1 2 3 4 5 6

1979, installa nel Palazzo pretorio di Certaldo l’agrimensura di una città ideale, ispirandosi alle Città invisibili di Italo Calvino, per la mostra Il desiderio e la conoscenza, (P.Tazzi, C.Bertocci, A.Vezzosi);

1978, organizza con Eugenio Miccini e Sandro Acquaticci la Feria di Luglio, un incontro di artisti italiani che per due giorni si ritrovarono ad esporre e discutere sull’arte e concludendosi poi in un dibattito presieduto da Ermanno Migliorini;

Nel 1975 partecipa alla X Quadriennale d’Arte di  Roma;

Dal 1973, inizia ad esporre a Firenze, Roma, Genova, Bologna;

1970 al 1972  realizza alcuni cortometraggi in 8 mm. come Ergosum e Forma, partecipando ad alcune rassegne di cortometraggi;

 
indietro avanti
scarica il curriculum in formato PDF